UNA NUOVA ENERGIA

LETTERA di SOLARIS

"In tutte le province in cui la rete esiste da più di 3 mesi, percepiamo in questi giorni l'arrivo di una nuova energia. Guardiamo al futuro ma a volte, per via degli incontri, della convivialità e delle amicizie che vengono a crearsi all'interno delle cellule, tendiamo a dimenticare l'importanza di continuare a creare cellule locali e ad organizzarci.
Eppure siamo sempre in una corsa contro il tempo.

I segnali che ci arrivano da parte dei vari settori della società, oltre a quelli che vengono dalla Natura, sono sempre arancioni e qualche volta rossi.
Il fatto è che nessuno può affermare cosa succederà esattamente, ma ciò non deve rallentare lo sforzo intrapreso, dobbiamo invece anticipare e prepararsi ai momenti difficili.

E’ quindi importante che le cellule si possano moltiplicare, in modo che la rete sia fisicamente presente su tutto il territorio.
Perché al momento opportuno, è proprio la vicinanza geografica che consentirà alla rete di funzionare in modo ottimale.
Laddove invece ci saranno buchi, la rete non sarà in grado di rispondere alle necessità oppure le soddisferà solo in ritardo.

Non si può costruire una casa iniziando dal tetto.
Senza una forte struttura della rete e il rispetto dei suoi tre assi di sviluppo :
la moltiplicazione delle cellule, il loro intricarsi fisicamente e lo sviluppo di una rete radio, sognare un altro mondo rimarrà solamente un sogno di cui si potrà disquisire lungamente su alcuni gruppi Telegram che sono diventati ormai chat.

Fortunatamente, i nostri incontri sul campo mostrano che c'è sempre un nucleo duro, più o meno importante, che ha colto il contesto generale nonché la qualità della risposta che può portare Solaris in tempi difficili. È su questi nuclei che tutti contano, e a cui chiediamo di mantenere la rotta.
Le cicale diventeranno formiche quando la morsa degli eventi futuri si stringerà.
Con il suo rapido ed esponenziale sviluppo, Solaris e tutti i suoi membri hanno il potenziale per essere attori importanti in un momento di transizione come questo.
Lavoriamo a livello nazionale e diffonderemo eccellenti notizie quando sarà giunto il momento.
Intanto proseguiamo il nostro attuale sforzo per sviluppare l’intelaiatura della rete.
Questo è un appello a tutti i coordinatori provinciali.
Con il nostro sviluppo, iniziamo pure a dare fastidio.
Lo misuriamo con le diffamazioni riportate nei nostri confronti sui social network e con i tentativi di infiltrazioni sui nostri gruppi Telegram.
Fa parte del gioco, sapevamo che questo sarebbe inevitabilmente successo.

Inoltre, la dimensione della nostra rete è molto interessante per coloro che cercano di sviluppare i propri affari e il proprio business. Rimaniamo quindi attenti ad eventuali infiltrazioni.

Abbiamo infine constatato che in alcuni casi, seppur molto rari, sono state introdotte monete di scambio nel funzionamento locale della rete. Questo non è in nessun modo lo Spirito Solaris.
Infine, sembra che emergano di tanto in tanto dinamiche di potere all'interno di cellule o province. Ricordiamo che non assumiamo nessun coordinatore, ma che questi si fanno avanti, e li ringraziamo.
Può capitare che uno di loro prenda il potere, in tal caso, sono i membri della cellula stessa a permetterglielo.
Per risolvere il problema, è sufficiente che altri coordinatori si facciano avanti presso la cellula in questione.
Affidarsi alle competenze e al dinamismo altrui è una cosa, lasciare che una dinamica si trasformi in un dirigismo eccessivo è un'altra cosa.
Spetta ai membri stessi delle cellule ad essere attenti, è anche questa la Sovranità.

Le nostre raccomandazioni non sono neanche da prendere alla lettera ; sul campo, privilegeremo il semplice buon senso. Bisognerà quindi adattarsi al contesto locale.

Se l’obiettivo è di creare cellule con un raggio di azione sui 10/15km circostanti, è chiaro che su alcuni territori scarsamente popolati, la cellula avrà un raggio più ampio.
Ciò non impedisce di creare in seguito cellule nei villaggi e di fare riunioni per raggruppare più cellule e mantenere legami stabili.
Le cellule sono aperte a tutti e si può far parte di più cellule.
Non dimentichiamo infine che se l'Internet virtuale, come Telegram, è indispensabile per essere più veloci nella creazione delle cellule, ma è solo uno strumento temporaneo e niente di più.
È invece l'incontro fisico sul campo, la sinergia tra le cellule di una stessa zona vitale e l'intelligenza collettiva in azione, che creano la rete umana.

A proposito, nonostante le voci che corrono, Telegram è sicuro al momento.
Cosi, ad oggi, il coordinamento nazionale ci permette di organizzare la sinergia di questa intelligenza collettiva proveniente da varie regioni. Ed è grazie a questo che potremo presto mettere a disposizione di tutti
una cartografia a più strati che ci sarà molto utile.

Grazie a ognuno per questo magnifico sforzo collettivo che ci porterà all’unica e vera sovranità,
base intrinseca del mondo futuro."

Frédéric Vidal - Febbario 2022